domenica 3 ottobre 2010

Il Papa a Palermo, la Digos da AltroQuando



COMUNICATO STAMPA

A PALERMO CENSURATO STRISCIONE “I LOVE MILINGO” DA ALTROQUANDO



Stamani, Domenica 3 Ottobre 2010, alle ore 11,30, numerosi agenti della polizia di stato in divisa e agenti della Digos hanno intimato la rimozione di uno striscione posto all'interno della vetrina della libreria AltroQuando in via Vittorio Emanuele 143 a Palermo. Lo striscione recitava la frase: I LOVE MILINGO. Gli agenti lo hanno sequestrato assieme alle locandine della mostra “La Papamobile del futuro” da tre giorni allestita presso la stessa libreria. La motivazione addotta al provvedimento è stata quella di ritenere offensiva una simile frase proprio nel momento in cui il corteo del pontefice sarebbe passato da corso Vittorio Emanuele.

Riteniamo che questo provvedimento mini fortemente i diritti costituzionali sulla libertà di manifestazione del proprio pensiero, sia attraverso la critica che la satira. Riteniamo che il messaggio in questione non offendesse nessuno, né tantomeno istigasse a comportamenti violenti.
Al contrario era un segno di quella politica dell'Amore che tanto ha fatto strada ultimamente in Italia. Perché un messaggio d'amore e riconciliazione dovrebbe essere offensivo? Perché Papa Benedetto XVI dovrebbe ignorare la regola del perdono su cui si fonda la dottrina cristiana? Veramente Milingo non merita di essere amato? Palermo si merita davvero questo miracolo alla rovescia?

E i parlanti diventarono muti... Così. Per miracolo.

Palermo, 3 Ottobre 2010


http://www.scomunicazione.it/ 

85 commenti:

  1. Ovviamente, lo schifo avanza. Sono costernato e mi vergogno dei palermitani, delle loro istituzioni e della loro ignoranza. profondamente.
    Vi bacio.
    Nino

    RispondiElimina
  2. Fosse solo un problema 'palermitano'...

    RispondiElimina
  3. Nino, non so di dove sia tu, però la tua affermazione, personalmente, mi offende!
    Anche io sono indagnata per quello che è accaduto e sono a Palermo e ti dico che tutto il resto d'Italia non è da meno nel leccarre il culo al Papa. Non si tratta della gente in questo caso, ma della digos e delle altre forze dell'ordine che stanno eseguendo degli ordini, scusa il bisticcio di parole. é il potere che permette questo, non la gente comune e poi
    smettetela di additare sempre la Sicilia come se fosse il vaso di Pandora!

    RispondiElimina
  4. Esprimo tutta la mia solidarietà ad AltroQuando.
    Carlo
    meletta@aconet.it

    RispondiElimina
  5. E SI METTONO ANCHE I GUANTI, I TUTORI DEL DISORDINE .. VERGOGNA !!

    RispondiElimina
  6. Denunciate, denunciate, denunciate!! Mettetevi in contatto con il MoVimento 5 Stelle di Palermo, vi darà una mano.

    RispondiElimina
  7. passa il papa e non posso dire i love milingo, passa il premier e non posso dire i love marx.
    ricordiamocelo quando spieghiamo ai nostri figli cosa vuol dire democrazia e libertà di pensiero.

    RispondiElimina
  8. Siamo in paese maledetto, continuiamo a essere schiavi della chiesa e di 4 ignoranti che ci governano.
    Siamo oppressi dalle forze dell'ordine, ditemi voi ma cosa aspettiamo a fare una rivoluzione?
    Perchè il mio futuro deve essere per forza fuori da palermo, dalla sicilia dall'italia???
    Bastardi!

    RispondiElimina
  9. Solidarietà ad Altroquando. Non esistono giustificazioni. Era indubbiamente l'espressione provocatoria del proprio pensiero. E allora? Quale legge la vieta? Non bisogna difendere a spada tratta questa azione violenta di censura soltanto perchè si è credenti e si appoggia la chiesa. Forse sarebbe utile ricordare che poco meno di 2000 anni fa dopo la censura da parte del potere politico e religioso un uomo venne condannato alla morte in croce. Queste situazioni sono sempre più gravi e pericolose!

    RispondiElimina
  10. dovevate chiamare avvocato e carabinieri, senza autorizzazione scritta non potevano togliere un bel niente...

    RispondiElimina
  11. vanno denunciati
    in un modo o nell'altro..
    noi nn meritiamo questo..

    RispondiElimina
  12. Sono incazzatissimo, come voi e come tutti i palermitani che non si sono prestati, né mai si presteranno a questi ignobili esercizi di illiberalità, ignoranza, leccaculismo papalino.
    Le lancette della storia tornano a secoli che pensavamo fossero stati superati dalla scienza, dal progresso, dall'istruzione.
    Ma non dobbiamo arrenderci, né fermarci un solo istante d'ora in poi.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  13. solidarietà anche da Roma-il comune Vaticano!!!! e poi, continuiamo a parlare di Mafia...!!!

    RispondiElimina
  14. VERMI SCHIFOSI! Non mollate ragazzi! Non devono averla vinta. Sbirri canazzi 'i guardia!

    RispondiElimina
  15. Non riesco ancora a credere alla veridicità dei fatti in questione.

    RispondiElimina
  16. Solidarietà anche dalla rep. Ceca.
    Quando B XVI è venuto qui, hanno dovuto organizzare una quantità di torpedoni dalla vicina Polonia, altrimenti le piazze sarebbero state desolatamente vuote.
    Viva la laica cechia!!!!

    RispondiElimina
  17. Il presidente del consiglio può bestemmiare, un libero cittadino non può manifestare il proprio pensiero.
    Signori, questa è l'Italia nel 2010

    RispondiElimina
  18. è vegognoso tutto ciò.. e nel mio piccolo ti garantisco che domani nel mio articolo per il giornale giornalisticamente, parlerò di questo vergognoso episodio di censura gratuita.
    francesco Sansone

    RispondiElimina
  19. 100000 persone alla "S.Messa" con la maglietta "I ♥ Milingo"!!!
    Non ci fanno parlare a casa nostra?Parliamo a casa LORO!
    Tutta la solidarietà dal NORD!

    RispondiElimina
  20. Solidarietà ai palermitani che ragionano con la propria testa!! Per quel poco che serve ho contribuito alla diffusione del video su facebook.

    RispondiElimina
  21. Palermo, ti amo! .....e detto da un catanese....

    RispondiElimina
  22. Anche da Dublino avete la Nostra solidarieta'...l'ho messo in rete ed ho anche tradotto quello che succede....tutti devono sapere quale situazione minaccia sempre piu' il nostro paese!!!!!
    sono con voi!!!!
    abbracci
    Tommaso

    RispondiElimina
  23. scriviamo ai parlamentari dell'idv in massa. cerchiamo di fare in modo che ci sia un'iterrogazione parlamentare su questi fatti e che il prefetto di Palermo risponda!!!

    RispondiElimina
  24. ma digos io... una mostra sulla digos con striscione "I love digos siempre la mia, Digos permettendo... " NO?

    forza Altroquando, resisti

    RispondiElimina
  25. ma nooooo!!!!! è dove compro i fumetti io!!!!! assurdo

    RispondiElimina
  26. FASCISTI!
    Solidarietà da una palermitana cliente occasionale del negozio!

    RispondiElimina
  27. Ho scritto a tutti i parlamentari dell'IdV per una possibile interrogazione parlamentare. SCrivete anche voi: donadi_m@camera.it, evangelisti_f@camera.it, borghesi_a@camera.it,
    cambursano_r@camera.it, barbato_f@camera.it, cimadoro_g@camera.it,
    digiuseppe_a@camera.it, dipietro_a@camera.it, distaso_a@camera.it,
    favia_...d@camera.it, formisano_aniello@camera.it, messina_i@camera.it,
    monai_c@camera.it, mura_s@camera.it, orlando_l@camera.it,
    paladini_g@camera.it, palagiano_a@camera.it, palomba_f@camera.it,
    piffari_s@camera.it, porcino_g@camera.it, razzi_a@camera.it, rota_i@camera.it,
    scilipoti_d@camera.it, zazzera_p@camera.it

    RispondiElimina
  28. Un messaggio di solidarietà da udine a palermo!!!
    Anche qui al nord ci sono molti tentativi da parte di un noto partito politico molto pericoloso, di togliere i fondamentali DIRITTI COSTITUZIONALI.
    Quello che e grave dal video che ho appena visto e che le autorita competenti non rispettino il diritto inalienabile del libero pensiero.
    GRAVE VIOLAZIONE questa che dovrebbe essere perseguita con un INDENNIZZO e scuse alla persona che ha subito il tentativo di lesione al libero pensiero e alla LIBERTA DI PAROLA.

    RispondiElimina
  29. Veramente lo Stato italiano è fino a questo punto schiavo del Vaticano? E la storia dello stato laico?

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  31. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  32. Massima solidarietà!
    Condivido in pieno l'idea dell'interrogazione parlamentare di Injured Spheres.
    I fatti di Palermo dimostrano ancora una volta che in Italia la libertà di espressione è un privilegio di pochi "eletti"...

    RispondiElimina
  33. Massimo rispetto e sono con voi!! Sai.. a palermo i veri problemi sono gli striscioni, il traffico... ma quello che mette intere famiglie contro famiglie, fratelli contro fratelli... è il parcheggio! Voi mi tirate fuori la papa mobile.. quella prende piu posto di un Hummer... Ce lo meritiamo Maledetto XXVI!!!!!!!

    Antonio Randazzo

    RispondiElimina
  34. Nella Palermo blindata e presa in ostaggio dalla macchina organizzativa per la venuta di Joseph Ratzinger, la satira e la libertà di pensiero vanno stroncate. Ed è così che, questa mattina, le forze dell'ordine hanno fatto irruzione nella fumetteria Altroquando di Corso Vittorio Emanuele per sequestrare uno striscione ("I love Milingo") considerato sgradito, e le locandine di una mostra satirica in esposizione all'interno della libreria.
    Quando la polizia mette piede in un luogo in cui si fa e si diffonde cultura, significa che i tempi in cui viviamo sono davvero oscuri. Proprio come vuole Ratzinger.
    Ad Altroquando tutta la nostra solidarietà .

    Coordinamento Anarchico Palermitano

    http://coordanarchicopa.blogspot.com

    RispondiElimina
  35. voi avete ragione non è giusto ma anke voi perkè dovete provocare così stupidamente almeno fare qualkosa di piu grave invece di piagnucolare con la polizia (c'è gente che la polizia cerca di evitarla non di attirarla per girare video e vittimizzarsi in rete) bye

    RispondiElimina
  36. denunciateli ragazzi,
    questi funzionari non fanno parte del mio Stato !

    RispondiElimina
  37. Si violenta quotidianamente la DEMOCRAZIA.
    Caro Roberto, a me dava fastidio la scritta "I love Benedetto XVI" eppure nessuno l'ha tolta, sai anche per par condicio.

    RispondiElimina
  38. Tutta la solidarietà possibile!

    RispondiElimina
  39. Non ho parole.
    E forse è persino meglio, perché oramai in Italia ci vogliono fatti, non parole!

    RispondiElimina
  40. Mi domando... Se fosse passato un gay avreste trovato offensivo appendere fuori uno striscione con su scritto "Amo gli eterosessuali?"

    RispondiElimina
  41. Solidale con Altroquando! Quanto accaduto è disgustoso oltre che grave da tutti i punti di vista. Non ci sono parole. Atto inqualificabile.

    RispondiElimina
  42. Solidarietà ad Altroquando da Barcellona (ES)

    NON MOLLATE!!

    RispondiElimina
  43. Trovo di cattivo gusto la sua "furbata": appendere questo cartello senza metterci la propria faccia, dal momento che penso che di domenica non sarebbe stata aperta la sua attività. Reputo inoltre che lei abbia avuto una trovata geniale per creare attorno a sè un interesse mediatico e per tanto pubblicizzare la sua attività, a discapito di quelli che possono essere i suoi orientamenti in materia di fede. Mi congratulo, perchè per quanto riguarda la "propaganda" della sua attività, è riuscito alquanto bene nel suo intento, dal momento che è il caso di parlare di un "buco di negozio" e le ricordo che la "democrazia" a cui tanto si appella nel video, non è democrazia, ma il termine più appropriato è "ANARCHIA"! complimenti per la furbizia!

    RispondiElimina
  44. ah dimenticavo: ELIMINI PURE IL MIO COMMENTO, DAL MOMENTO CHE LE INTERESSA FAR VEDERE A CHIUNQUE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE CHI LE E' SOLIDALE... CONFERMO CHE LA SUA VISIONE DI "DEMOCRAZIA" SIA DA RETTIFICARE>: ASSOLUTA "ANARCHIA"!!!!

    RispondiElimina
  45. per ceska....
    art.21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

    e aggiungo pure che chi ha "manifestato", era a casa sua, e che chi ha fatto questo non aveva neanche un mandato.
    Saluti

    RispondiElimina
  46. MA E' GIUSTO ESPRIMERE IL PROPRIO PARERE, TUTTAVIA BISOGNA COMUNQUE ATTENERSI AL RISPETTO...E MI RIFERISCO AL RISPETTO CHE BISOGNEREBBE MANIFESTARE NEI CONFRONTI DELLA "MAGGIORANZA" DI FEDELI CHE VOLEVANO SALUTARE UN PAPA NEL MIGLIORE DEI MODI, PENSO CHE SENTIRE DIRE AD UN GIORNALISTA DEL TG1: "PALERMO SEMBRAVA UNA CITTA' SVIZZERA",(RIFERENDOSI NATURALMENTE ALLA PULIZIA, ALL'ORDINE E AL SILENZIO OSSEQUIOSO DI MIGLIAIA DI FEDELI), FACCIA ONORE ANCHE AI MENO CREDENTI O AGLI ATEI, PERCHè SIGNIFICA "INNALZARE LA FACCIA PIU' BELLA DI PALERMO AL COSPETTO DI TUTTA L'ITALIA, QUINDI POI NON LAMENTIAMOCI SE CI CHIAMANO "TERRONI". PER QUANTO RIGUARDA "CHI HA MANIFESTATO, IO HO GIA' ESPRESSO IL MIO GIUDIZIO: NON ERA UNA MANIFESTAZIONE, RIPETO, LA SUA ATTIVITA' SAREBBE STATA CHIUSA DI DOMENICA QUINDI IN QUESTA SORTA DI MANIFESTAZIONE NON CI AVREBBE MESSO NEMMENO LA FACCIA, SECONDO POI, NON ERA NEMMENO A CASA SUA, IL DIRITTO E LA LEGGE INTENDONO PER CASA, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LE MURA DI CASA E NON LE ATTIVITA', QUALI I NEGOZI, LE VETRINE E I BALCONI DI UN EDIFICIO! TERZO POI, LA DIGOS NON HA BISOGNO DI MANDATI PER FARE QUELLO CHE HA FATTO IN QUANTO Si occupa di controllare tutte le attività politiche sul territorio nazionale oltre a svolgere indagini di carattere politico e/o terroristico anche informatico... BISOGNA SOLO DOCUMENTARSI PRIMA DI PARLARE! SALUTI

    RispondiElimina
  47. Tutta la mia solidarietà ad altroquando, ovviamente se passa il papa togliamo il cartello I LOVE MILINGO, ma i gay e gli immigrati (clandestini e non) possono tranquillamente passeggiare per strada e nessuno copre scritte e graffiti offensivi stupidi e razzisti contro di loro...ma d'altronde anche sua maestà the pope l'ha detto: "I veri problemi del mondo sono i gay, le unioni di fatto, e l'aborto" punto, poi se la gente muore di fame e malattie, se non c'è lavoro, se esistono persone che a stento arrivano a fine mese e arrivano a prostituirsi per dare da mangiare ai figli chissenefrega!!...complimenti all'italia, a chi la amministra e a chi ci va dietro (ceska compresa)...evviva la libertà di pensiero!! (e mo arrestatemi dopo sto commento)

    Giulia...

    RispondiElimina
  48. SIMPATICA RIVOLUZIONARIA...PECCATO PER TE MA IO NON MI SENTO PERBENISTA!!

    RispondiElimina
  49. "se la gente muore di fame e malattie, se non c'è lavoro, se esistono persone che a stento arrivano a fine mese e arrivano a prostituirsi per dare da mangiare ai figli chissenefrega..."

    Prima di parlare a vanvera documentati sull'opera di sensibilizzazione svolta dalla chiesa verso gli ultimi e gli emarginati della società.Se fossi stata presente in piazza politeama ieri pomeriggio avresti sentito il monito di incoraggiamento ai giovani e alle famiglie che vivono veramente la crisi sulla loro pelle...Monito che (anche se nn si traduce in immediato "denaro in tasca" che molti pretendono debba sborsare il papa e non i nostri grandi politici che spendono soldi inutili solo per mostrarsi in ghingheri alle parate pubbliche)ha dato loro speranza e coraggio.

    "e mo arrestatemi dopo sto commento"

    Ma dai? Per così poco???

    Non siamo nè moralisti nè perbenisti, abbiamo rispetto di tutti e non aizziamo nessuno contro i diversi e i diseredati...

    Il nostro difetto principale qual è? La fede?
    Bhè quella è una cosa molto personale e NESSUNO la può offendere nè tantomeno denigrare.

    Hasta la vista!

    RispondiElimina
  50. La mia soliderietà al titolare della libreria. Ha avuto un gran coraggio in un paese nazifascista come l'Italia.

    RispondiElimina
  51. un saluto solidale dalla puglia...

    RispondiElimina
  52. grandi,casa propria è sacra,come lo è il posto di lavoro...peccato che non viviamo con i nostri eroi dei fumetti,a quest'ora avrei chiamato spawn per inculcare un po di vera spiritualità in questi bastardi fascisti...

    RispondiElimina
  53. Ricordiamo... ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA : Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi...

    RispondiElimina
  54. @ceskalachimica

    "Si occupa di controllare tutte le attività politiche sul territorio nazionale oltre a svolgere indagini di carattere politico e/o terroristico anche informatico..."

    1) scrivere in maiuscolo è segno di maleducazione... equivale a gridare.

    2) invece di fare copia ed incolla da wikipedia... spiegami cosa hanno in comune la tua citazione e quello che hanno fatto... non si tratta ne di terrorismo ne di politica

    RispondiElimina
  55. SONO TUTTI INTELLETTUALMENTE ONESTI IL PAPA E I LECCACULO!

    RispondiElimina
  56. Massima solidarieta'!!!
    ho scritto all"A.N.P.I. la seguente mail, spero facciano qualcosa, che dite?

    Buongiorno,

    vi scrivo in merito all'accaduto di cui riporto il link su youtube: http://www.youtube.com/watch?v=ibWY686m0Wc&feature=player_embedded

    trattasi di un episodio di squadrismo fascista perpetrato dalle forze dell'ordine, p.s. e digos a palermo

    questo e' il blog della libreria in questione: http://altroquandopalermo.blogspot.com/2010/10/il-papa-palermo-la-digos-da-altroquando.html#comments

    alcune testate della carta stampata hanno riportato l'evento, potete verificare se non bastasse il video eloquentissimo

    mi appello a voi sperando che non abbiate abbassato la guardia, spero di no, almeno voi.

    e' un vero e proprio attentato alla liberta' individuale, repressa contro la legge e in modo fascista/squadrista, ossia con la forza (anche se non fisica) della polizia che non puo' essere che deviata per agire in siffatto spregio della liberta' delle persone e per questa ragione lo sottopongo alla vs attenzione in caso possiate/vogliate fare qualcosa per arginare questa deriva.

    cordiali saluti

    Mondy Ciappina

    RispondiElimina
  57. Di fronte a questo schifo, non ho parole. A voi, tutta la mia solidarietà.

    Giorgia Plaisant
    Associazione Culturale MONOGATARI
    CAGLIARI

    RispondiElimina
  58. comunicato stampa inserito su succoacido

    http://www.succoacido.net/showagenda.asp?id=1707

    RispondiElimina
  59. Denunciate, non avevano nulla per fare quello che hanno fatto. Se fanno delle porcate che ne rispondano davanti a noi, concittadini.

    A quanto pare davanti a Dio hanno ben risposto così...attendo le dichiarazioni del Papa sulla questione.


    Nel frattempo, tutta la mia solidarietà.

    Luca

    RispondiElimina
  60. Ceska se non posso offendere e tantomeno denigrare la tua fede nemmeno tu puoi permetterti di denigrare le mie idee!! (e sottolineo MIE dato che non uso il plurale maiestatis come fai tu). La gente dei "moniti di incoraggiamento" non se ne fa una mazza, il papa e il vaticano non sono certo poveri, se solo lo volessero potrebbero dare una mano CONCRETA anche in termini economici a chi ne ha bisogno, invece di limitarsi a SENSIBILIZZARE le persone...ma si sa, tutti sono umani, anche il papa, i vescovi e tutti quelli che ci stanno intorno, e tutti alla fine sono schiavi del vil denaro.
    Tu come buona parte dei cattolici praticanti condannate la libertà di pensiero (e la libertà in generale) specie se tocca i vostri preziosissimi ideali, bene torna nel mondo reale gioia...io la penso in un modo, tu in un altro, non venire a giudicare chi è diverso da te per idee e modo di pensare e non verrai giudicato per le tue di idee.

    RispondiElimina
  61. "non venire a giudicare chi è diverso da te per idee e modo di pensare e non verrai giudicato per le tue di idee"... BAH...DA QUALE PULPITO VIENE LA PREDICA: SBAGLIO O TI SEI PERMESSA DI GIUDICARE L'OPERATO DELLA CHIESA??? AD OGNI MODO CONTINUO A SCRIVERE IN MAIUSCOLO PERCHE' MI PIACE Ok? HO FATTO IL COPIA-INCOLLA VOLUTAMENTE, GIUSTO PER RIPORTARE UNA DEFINIZIONE "WIKIPEDIA", TESORO!! AD OGNI MODO SCRIVERE "I LOVE MILINGO" E LE CAZZATE SULLA PAPAMOBILE E' SINONIMO DI VIGLIACCHERIA, PROPRIO PERCHè NON SI SAREBBE FATTO VEDERE, SECONDO IN UN CLIMA POLITICO MOLTO CONTRARIATO, E' STATO PALESATO ANCHE UN CREDO POLITICO, DIVERSO DAL FRONTE DEL GOVERNO E ANCHE SUL FRONTE DEL TERRORISMO, PERCHè NO? REPUTO DI VIVERE IN UN PAESE "LIBERO E DEMOCRATICO", DETESTO L'ANARCHIA, DAL MOMENTO CHE NEGLI ULTIMI ANNI CE N'è TROPPA IN GIRO...NON SE NE PUO' PIU... L'OSSEQUIOSO RISPETTO IN TUTTI I RAPPORTI NON ESISTE PIU': IL FIGLIO VERSO IL PADRE, IL FEDELE O L'ATEO VERSO UN PAPA O UN PRETE, L'ALUNNO VERSO L'INSEGNANTE, STIAMO PERDENDO DI VISTA TROPPISSIMI VALORI CON QUESTA PSEUDO-RIVOLUZIONE... DI CHE GUEVARA CE N'E' STATO SOLO "UNO"...PER ALTRO LOTTAVA PER VALORI SACROSANTI...IL '68 E' MORTO E SEPOLTO..RASSEGNATEVI... HASTA SIEMPRE LA VICTORIA!

    RispondiElimina
  62. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  63. Io mi sono permessa di giucare l'operato della chiesa (se operato si può chiamare), non le TUE idee, al contrario di te che continui ad insultare chiunque ti risponda a tono...continua ad avere "l'ossequioso rispetto" verso il tuo prete, tuo padre, il tuo insegnante, continua pure a pascolare nel tuo gregge senza mai esprimere un opinione fuori dal coro, sono le persone come te che uccidono il concetto di "libera espressione". Gente con i paraocchi che non vede più in là della propria porta di casa!

    RispondiElimina
  64. La chiesa è sempre stato motivo di guerra nel mondo..Crociate?? che fa non vi ricordate? la chiesa che cerca di portare la loro parola con la forza a paesi che la rispingono...dai pecorelle non fatevi prendere pe ril culo..ci sono segreti che la chiesa nasconde che basterebbe solo uno di questi segreti rivelati che nessuno seguirrebbe piu la chiesa..è un istituzione di potere più mafioso della mafia che impone idee sulle persone!! Via con la chiesa cattolica!! scomunichiamo il papa!

    RispondiElimina
  65. Secondo me il problema più grande è il fatto che molti non abbiano capito che il reale problema non è la chiesa, né i palermitani e neppure la questione milingo. Il problema è che mentre la libertà degli italiani, di tutti noi, viene continuamente violata, ci sono tante persone che accettano tacitamente. Tutti quelli che si sono fatti distrarre da fattori meno importanti come: razzismo verso i palermitani, pregiudizi più o meno fondati contro la chiesa, lotte all'ultimo commento, non sono uomini, ma cagnolini che leccano la mano che gli stringe il guinzaglio. Dovremmo essere tutti d'accordo ed andare contro le istituzioni che permettono qualcosa di incostituzionale...dovremmo...

    RispondiElimina
  66. ti posso assicurare che io nella mia vita non ho mai "leccato" il bip a nessuno...esprimo le mie opinioni da sempre, addirittura in passato sono stata anche un filino ribelle...ma con gli anni e l'esperienza ho provato a mie spese che non tutto ciò che si vuole dire si deve necessariamente dire,a maggior ragione quando si offende il "comune sentire"... I LOVE MILINGO era sicuramente una provocazione più che una "manifestazione", e credimi sarebbe soltanto servito per farci ridere in faccia da tutta Italia, chiunque avrebbe pensato: BEL MODO DI ACCOGLIERE IL PAPA..QUESTI NON SANNO DOVE STA DI CASA LA CIVILTA'; e magari avrebbero aggiunto: STUPIDI TERRONI! Il problema credo che sia il fatto che certe mentalità che io definirei "ribelli ad ogni costo" talvolta non tengono minimamente conto che certe polemiche lasciano il tempo che trovano, non fanno il progresso e l'integrazione, ma li distruggono; e poi magari è la stessa gente che difende gli integralisti e il loro fantomatico Dio che incita un popolo alla guerra contro l'OCCIDENTE! Si parla tanto di integrazione, ma a questo punto consentitemi di dire che l'integrazione che si vuole è soltanto quella volta agli islamici....e la maggioranza cattolica? di quella non si tiene conto?! La chiesa indubbiamente ha fatto errori enormi, soprattutto in passato, vi inviterei a tal proposito di riguardare qualche documentario di papa WOITYLA, quando in un discorso importantissimo disse che chiedeva scusa, a nome della chiesa, per le crociate. E' vero lo scandalo dei preti pedofili ha destabilizzato anche me, ma non più di tanto, dal momento che io credo in Dio...la Chiesa di certo non è costituita da Santi, ma da gente che come noi può sbagliare, anche se non dovrebbe farlo! Ad ogni modo mi duole dirlo, ma solo chi ha fede può capire!

    RispondiElimina
  67. Non ti conosco AltroQuando ma scommetto che in quel momento ti sarai sentito molto solo, ho voluto pubblicare questo link sulla mia pagina facebook per dimostrarti che solo non sei - ti stimo e mi dispiace per quello che ti è successo. Dovrebbe dispiacere a tutti, comunque.

    RispondiElimina
  68. Tutta la mia solidarietà.

    RispondiElimina
  69. @ ceskalachimica
    Mi sa proprio che tu non hai assolutamente idea di cosa sia la libertà! A tal proposito ti consiglio di leggere "Saggio sulla libertà" di John Stuart Mill.
    Uno dei punti cardini del suo saggio è quello che nessuno può essere privato della propria libertà di pensiero e d'espressione, perché se ha torto da ad ogni persona intelligente l'opportunità di confermare il proprio credo, viceversa se ha ragione può apportare solo del bene alle persone facendoli passare dalla parte corretta. Contestare è un diritto che nessuno può permettersi di calpestare.

    Ancora non riesco a capire cosa c'entra la scritta con la politica e con il terrorismo.. boh? a meno che non vogliamo considerare la fede questione politica, cosa che mi sembra abbastanza grave.

    Tu ti lamenti del fatto che in questo mondo si stanno perdendo i valori, questo credo sia il frutto di tante imposizioni e di comportamenti errati (come la tua arroganza nel rispondere che mi sa tanto di anarchia) che ormai provocano nella gente una nausea che li porta a respingere con forza chi causa tutto ciò, in questo caso la chiesa.

    Credo che la chiesa si dovrebbe porre dei seri quesiti sul suo operato e sui frutti che sta raccogliendo... e magari iniziare a scoprire i veri valori cristiani invece di rimanere legata a vecchie tradizioni e a servilismi che provocano più danno che altro

    Ci sarebbero tante altre cose di cui poter parlare ma spero solo di essere riuscito a darti qualche spunto di riflessione e che il messaggio ti sia arrivato in modo pacifico :-)

    RispondiElimina
  70. P.S. breve sunto sul saggio... comprendo che leggere il libro è un po impegnativo...
    http://www.filosofico.net/mill76.htm

    RispondiElimina
  71. Solidarietà ad AltroQuando ed a chiunque venga fatto tacere, in sprezzo della nostra costituzione, mentre esercita il suo legittimo diritto di libertà di parola.

    RispondiElimina
  72. " breve sunto sul saggio... comprendo che leggere il libro è un po impegnativo..." GIOIA MIA, LA TUA PRESUNZIONE E' A DIR POCO PREOCCUPANTE, DI LIBRI NE DIVORO MIGLIAIA...IL "SAGGIO" LO CONOSCO... E TI DICO, INOLTRE, CHE IN MATERIA DI "LIBERTA'" HO INIZIATO DAVVERO DAGLI ALBORI, NON SO SE TI SONO FAMILIARI UN CERTO TALETE?! UN CERTO ARISTOTELE?! PLATONE?! DICIAMO CHE SONO MOLTO DOCUMENTATA A RIGUARDO... AD OGNI MODO IO RIBADISCO IL CONCETTO: IN UN'ITALIA DEMOCRATICA..E' VERO SI PUò PARLARE ED ESPRIMERE I PROPRI DISSENSI...MA QUANDO QUESTI DISSENSI COLPISCONO, NON IL PAPA, MA 350.000 PERSONE CHE SONO VENUTE DA OGNI DOVE DELLA SICILIA, A MIO MODESTO PARERE BISOGNEREBBE FARE RETRO FRONT E CERCARE IN QUALCHE MODO DI MANIFESTARE IN MANIERA TRANQUILLA, E PERCHE' NO?! ANCHE METTENDOCI LA PROPRIA FACCIA...COME NEL FAMOSO '68! E QUESTO CREDO CHE SIA COSTRUTTICO... SE, INVECE, PER MANIFESTAZIONE SI INTENDE LA PROVOCAZIONE GETTATA DAVANTI ALLA VETRINA DI UN NEGOZIO, CHE PER ALTRO DOMENICA 3 OTTOBRE SAREBBE STATO CHIUSO...ALLORA MI SA CHE DEVO CHIAMARE IN CAUSA LA "VIGLIACCHERIA"... AD OGNI MODO TROVO CHE L'UNICA COSA CHE PREMEVA AL TITOLARE,DATO APPUNTO IL RISVOLTO DELLA "FACCENDA", ERA QUELLA A SCOPO NON PROPAGANDISTICO DELLE SUE IDEE, BENSI' A SCOPO "CONOSCITIVO" E PUBBLICICSTICO DELLA SUA ATTIVITA'...A QUESTO PUNTO CHE DIRE?! E' PIENAMENTE RIUSCITO NEL SUO INTENTO... PS.PERO' UNA PERSONA MATURA, DI UNA CERTA ETA', QUANDO VIENE INTERVISTATO, A MIO MODESTO PARERE AVREBBE POTUTO RISPARMIARSI DI TENERE UNA MAGLIETTINA CON SU' SCRITTO: "800A"... MOLTO INFANTILE E POCO CREDIBILE, DIREI! A PRESTO

    RispondiElimina
  73. Ragazzi, guardatevi dai Troll...
    Questo genere di Troll:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

    Riconosceteli e comportatevi di conseguenza.
    Salva AltroQuando... Salva il mondo!
    Sempre.

    RispondiElimina
  74. Grazie mille Perdido, io non sapevo di questi "Troll" e mi è stato molto utile :D

    RispondiElimina
  75. c'è chi si chiede come mai noi italiani tolleriamo di essere schiavi della chiesa, di 4 ignoranti che ci governano e oppressi dalle forze dell'ordine. ma è facile...
    SIAMO UN POPOLO DI VILI!!!!!
    siamo disposti a tutto per un lavoro di merda, ci indebitiamo una vita per una casa di merda...
    ribellarsi? ahaahhaahhahahhahah

    RispondiElimina